28 Novembre 2020

AndreaBonazza.info

Social-Blog ufficiale di Andrea Bonazza

Negati contributi a magrebini, immigrazionisti e Arci-Gay Bolzano

Grandi novità oggi dalla commissione attività sociali dove ci siamo tolti qualche sassolino dalla scarpa. Dopo 5 anni di battaglie in consiglio e commissione, sollevando vespai politici e legali su strani finanziamenti esteri e irregolarità tecniche, finalmente l’associazione Famiglie Magrebine di via Volta (centro islamico) non beccherà un centesimo di fondi pubblici a causa dell’incapacità di rendicontare e gestire con chiarezza e trasparenza la propria situazione economica. I contributi pubblici nulla devono centrare con un razzismo o un immigrazionismo cieco. I soldi dei cittadini devono essere distribuiti in base ad utilità sociale, trasparenza e giustizia. Così finalmente è stato fatto dopo anni di lotte contro un centrosinistra sempre pronto a finanziare i “nuovi-elettori-italiani”.

Per quanto riguarda invece gli investimenti su progetti dell’Area Relazioni Internazionali, come la costruzione di pozzi, scuole e strutture sociali in India, Tanzania, Uganda etc, abbiamo votato convintamente a favore all’unanimità.
Noi di CasaPound che, sulla nostra pelle e con frequenti missioni di solidarietà internazionale in varie parti del mondo senza mai chiedere contributi pubblici, sappiamo cosa vuol dire l’ormai bistrattato slogan “aiutarli a casa loro”. Abbiamo sempre sostenuto con forza questi progetti che nel piccolo arginano l’immigrazione e aiutano i popoli a vivere e rimanere nelle loro terre.

È stata poi la volta del Progetto AI.BI (Gorio2) Amici dei Bambini, dove il sottoscritto di CasaPound e Marco Galateo di FdI, abbiamo votato contrari per non dare ulteriori contributi all’associazione Volontarius che già gode di qualche milione di euro per la gestione di centri profughi e di svariate attività in favore dell’accoglienza e del business ad essa legate.
La Lega si è astenuta e il centrosinistra ha votato a favore. Anche questo contributo comunque è stato negato.

Dopo molti progetti sociali positivi e chiarissimi nella rendicontazione che abbiamo sostenuto approvandone i contributi, arriva in ultima battuta l’associazione Arci-Gay Centaurus che chiedeva al Comune di Bolzano la somma di duemila euro per l’acquisto di alcuni dispositivi informatici. Magari gli stessi con i quali i gay della sinistra sbavano sui nostri profili social, segnalandoli alla censura globalista di Facebook .
Con un’immenso sorrisone nel vedere le scarse presenze del centrosinistra (in commissione era presente solo il presidente Matteo Bonvicini di Italia Viva, unico a votare a favore), noi di
CasaPound, Lega e FdI abbiamo votato contrarissimi a questo acquisto e non serve che vi spiego ulteriormente il motivo.
Ecco il grande potere della democrazia dei numeri che si esaurisce con il clima vacanziero, lasciando finalmente il posto a ciò che veramente vogliono i cittadini.
Ci vorrebbero più spesso queste occasioni di buone presenze nell’area di centrodestra (fortunatamente mancavano i sinistroidi dei 5Stelle) e compattezza nel far rispettare le reali volontà dei contribuenti, non più disposti ad accettare gli sperperi dell’amministrazione per foraggiare e coccolare immigrati e clientelismo associazionistico.

Andrea Bonazza