1 Luglio 2022

AndreaBonazza.info

Social-Blog ufficiale di Andrea Bonazza

Scoprendo i ruderi della canonica di S.Michele di Scarlino

Girando in bicicletta tra le colline grossetane, mi sono imbattuto tra queste antiche rovine che purtroppo non presentavano nessun tipo di indicazione. Sono i ruderi della Canonica di San Michele di Scarlino, costituiti dai resti di un abside semicircolare e della base del campanile, databili tra la fine del XII e gli inizi del XIII secolo, periodo più fiorente della Repubblica Marinara di Pisa. Il parato murario dell’abside a fasce orizzontali bianche e verdi è indicativo dell’influenza pisana. Ricorda infatti la famosissima piazza dei Miracoli a Pisa, con uno stile, quello dell’epoca delle Repubbliche Marinare, che mescolava stili occidentali con quelli orientali, in un intreccio di culture e popoli che commerciavano tra loro arricchendone l’arte e l’architettura. È molto probabile che la chiesa sia stata abbandonata nel Quattrocento, epoca in cui iniziò il declino della Repubblica Marinara pisana, in seguito alle scorribande saracene dei pirati arabi musulmani provenienti dalle coste nordafricane del Mediterraneo.

Andrea Bonazza