29 Ottobre 2020

AndreaBonazza.info

Social-Blog ufficiale di Andrea Bonazza

Perché al ballottaggio sosterrò Zanin

Perché voterò per Roberto Zanin al ballottaggio?

Come già vi avevamo largamente annunciato prima della campagna elettorale, la SVP si sarebbe schierata ancora con il centrosinistra che, nella fattispecie, pur continuando ad attaccare il centrodestra per avere nelle sue fila alcuni “post-fascisti” come Fratelli d’Italia, annovera tra le sue schiere anche componenti della sinistra estrema. Leggasi “post-comunisti” semi nostalgici dei regimi rossi. Ma questo, a Svp e giornalisti non sembra interessare…

Il centrosinistra accetta invece, per l’ennesima volta, l’appoggio della cupola Svp.
Svp fodata nel dopoguerra da ex-Wehrmacht e SS, quindi, in teoria, seguendo la loro logica, “post-nazisti”.
Il centrosinistra accetta quindi, ancora una volta, anche l’ideologia basata sull’Apartheid etnico di una Svp che non ha mai nascosto, anche nei fatti e nelle politiche fin qui portate avanti, il suo obbiettivo di rivalsa e suprematismo nei confronti della comunità italiana dell’Alto Adige.
Ma anche questo, a sinistra e giornalisti annessi, non sembra interessare…
Tirando quindi le somme;
il centrodestra schiera i “post-fascisti”,
il centrosinistra schiera i “post-comunisti”,
la Svp schiera i “post-nazisti” e ribadisce il suo “neo-suprematismo etnico”…
E noi?
Noi non ci sentiamo ne “neo” né “post”.
Noi siamo quello che siamo senza bisogno di nasconderci – vergognarci – riciclarci.
Noi saremo anche i brutti e cattivi della politica ma usiamo la stessa per perseguire le nostre lotte, i nostri obiettivi, il nostro amor di Patria.
Sempre a difesa di una comunità italiana abbandonata a sé stessa, in questo infantile gioco politico sulla pelle dei cittadini, proprio perché non siamo abituati a starcene sull’uscio a guardare passivi, noi ci schieriamo contro il solito strapotere provinciale che si arroga il diritto di decidere sul capoluogo.
Noi ci schieriamo con i cittadini italiani che in questo ballottaggio sperano in un cambiamento, per quanto moderato, che Bolzano attende da troppo tempo.
Anni fa un centrodestra unito e sostenuto da un’intera comunità riuscì ad eleggere un suo sindaco, seppur per un solo mese.
Riproviamoci.
Non arrendiamoci!
Dimostriamo che anche gli italiani si sanno arrabbiare.
Andrea Bonazza