25 Ottobre 2021

AndreaBonazza.info

Social-Blog ufficiale di Andrea Bonazza

Aiutiamo i palestinesi di Gaza con Solid Onlus – come donare

Aiutiamo il popolo palestinese di Gaza! Aiutiamo la Onlus Solidarité Identites a raccogliere fondi per acquistare cibo, medicine e beni di prima necessità. 

Solid Onlus non è un’associazione caritatevole come quelle che già avete conosciuto, sui giornali e sulle cronache, sempre pronte a spillare denaro in nome della solidarietà in un’organizzazione piramidale in cui prima si arricchisce l’apparato organizativo e, solo dopo, arrivano le briciole ai bisognosi. Con Solid ho operato da volontario in Siria, Kosovo, Crimea… ma l’associazione opera anche in molti altri fronti come Birmanis, Yemen, Sud Africa, Armenia… e ho sempre visto direttamente sul campo l’impegno profuso e consegnato con le mie mani i beni raccolti, siano essi liquidi che materiali. Ho visto questi aiuti arrivare a destinazione consegnati direttamente dai nostri volontari lanciando sempre messaggi solidali, si, ma identitari e mai di mero assistenzialismo o, come accade a sinistra, di invito all’emigrazione. Solid Onlus aiuta i popoli liberi che combattono per la propria autodeterminazione e la propria patria nella quale intendono rimanere, vivere e morire. Senza emigrare o accettare compromessi da schiavi in casa loro. Per tutte queste ragioni e per il dramma che sta affrontando il popolo palestinese, vi chiedo di aiutare Solid Onlus in questa missione con qualsiasi contributo che vorrete donare.

Potete donare il vostro contributo direttamente a: Associazione di volontariato sol.id. IBAN: IT37H0760103200001016097071 BIC/SWIFT: BPMIITMMXXX

Perché aiutare Gaza? Semplice, queste sono alcune delle motivazioni direttamente dalla Palestina occupata: le sintesi dei principali accadimenti in questa sola mattinata: il numero delle vittime civili palestinesi sono salite a oltre 280 tra le quali più di sessanta bambini. Israele continua a bombardare senza sosta da questa notte Gaza. Alle prime luci dell’alba anche le sirene dei raid aerei hanno suonato nel sud di Israele. I residenti hanno avvertito di ulteriori attacchi missilistici dalla Striscia di Gaza. L’Egitto ha esortato Israele ad astenersi da attacchi contro le strutture mediche a Gaza, riferisce la TV Al Arabiya. Israele, in risposta al mancato lancio di sei missili dal Libano, ha colpito la fonte del fuoco. L’esercito ha sparato almeno 20 proiettili contro un villaggio nel sud del Libano. Non ci sono vittime tra i civili, scrive Al Jazeera. l’Organizzazione degli Stati americani ha definito Hamas un’organizzazione terroristica e ha osservato che Israele ha diritto alla protezione. Biden ha invitato Netanyahu a compiere ogni sforzo per proteggere i civili. Hamas ha dichiarato la sua disponibilità a un confronto aperto e prolungato con Israele, nonché a un aumento significativo della resistenza palestinese.

“Ricordatevi che ogni volta che Israele sente un leader straniero parlare del suo diritto di difendersi, è ulteriormente incoraggiato a continuare ad uccidere intere famiglie nel sonno”. Lo ha detto il ministro degli Esteri palestinese Riad Al Malki durante la riunione del Consiglio di Sicurezza Onu. “Quanti civili palestinesi uccisi sono abbastanza per avere una condanna? Qual è la soglia per l’indignazione?”.
“Israele continua a dirvi ‘mettetevi nei nostri panni’. Ma Israele non indossa scarpe, indossa stivali militari. È una potenza occupante, e una potenza nucleare”, ha aggiunto. (ANSA).

let’s help the Palestinian people of Gaza together. help us to buy: Food boxes. Medicine to donate to hospitals and medical centers. Providing shelters and blankets for homeless. These are the most basic needs of people in Gaza.