19 Giugno 2021

AndreaBonazza.info

Social-Blog ufficiale di Andrea Bonazza

Sostenere TerraForte per sostenere noi stessi

Oggi vi parlo di un progetto italiano importantissimo che intende legare la nostra comunità alla nostra terra, i nostri antenati ai nostri figli, noi stessi al nostro spirito e a quello più antico della nostra nazione. Ogni progetto, però, ha bisogno di sostegno, e per questo con gli amici di Fons Perennis cerchiamo l’aiuto di tutti voi; perché anche il più umile sostegno è fondamentale in questa prima fase di realizzazione di questo magnifico sogno.

Il progetto TerraForte nasce dalla volontà di tutti gli uomini e le donne che seguono i valori civilizzatori della Tradizione, mantenendo lo sguardo sempre rivolto in avanti.
In un mondo di caos, abbiamo scelto di creare una centralità fisica che possa essere sicuro approdo per tutti coloro che si riconoscono nell’eterna lotta della luce contro le tenebre.
Nell’Agro Romano, poco distante da Roma, abbiamo individuato un posto con terra fertile e un bel casolare dove fondare la Cittadella della nostra civiltà.

Per far sì che questo rivoluzionario progetto diventi realtà, ancora una volta sarà la nostra volontà a fare la differenza. Puoi contribuire a costruire la cittadella nella nostra civiltà donando a questo link:

https://www.gofundme.com/f/progetto-terraforte

Oppure tramite bonifico al seguente IBAN: IT06 H076 0103 2000 0101 1504 097 – Causale: donazione progetto TerraForte

Cos’è il progetto TerraForte? Si tratta di acquistare per la nostra comunità umana, politica e spirituale un casale nell’agro romano in modo tale da poter creare una vera e propria cittadella dove mettere a terra le nostre radici.
Cosa vuol dire? Vuol dire che avremo uno spazio nostro, per sempre, ispirato ai principi di libertà e giustizia. Un luogo dove creare la nostra Casa d’Europa, aperta a tutte le comunità europee che si riconoscono nella nostra visione del mondo, dove fare conferenze, formazioni, campi nazionali e progetti dedicati alla cura del corpo e dello spirito, all’agricoltura e ai bambini.
TerraForte è punto di inizio da cui ripartire, insieme, alla conquista del mondo.

#CasadEuropa vuol dire comunità! All’interno della Cittadella verranno creati una serie di spazi da mettere a disposizione di chi vorrà condividere questa battaglia. Un rostro, dove poter pernottare, sale per poter apprendere e condividere arti e mestieri, spazi dove poter coltivare corpo e spirito come palestra e biblioteca.
La Casa d’Europa sarà il luogo dove far crescere e coltivare l’identità dei popoli contro un mondo che vorrebbe cancellarle per sempre.

Archè come principio da cui tutto inizia e riparte. Noi lo vogliamo fare riscoprendo la potenza della Terra e costituendo un progetto di agricoltura sociale finalizzato alla coltivazione di vitigni e sementi autoctone del nostro paese. ArcheOrto significa coltivare, tornando a seguire i ritmi naturali delle stagioni. Significa ritornare alle radici, materiali e simboliche. Significa garantirsi un’indipendenza alimentare per sostenere anche chi è più in difficoltà.
I nostri padri erano contadini e pastori: riscopriamo i loro valori.
Ricominciamo a seminare.

#TerraForte

Piantare semi oggi per avere un bosco domani. Questo è il fine del progetto #Primavera, dedicato ai bambini. Lo scopo è riavvicinare i piccoli alla natura e ai suoi ritmi tramite laboratori didattici, campi estivi, gite e racconti. Apprenderanno così, con la leggerezza che è tipica dei primi germogli, l’importanza di valori come giustizia, coraggio, comunità che li renderanno gli Uomini e le Donne di domani.

#TerraForte alla conquista dei cuori.
Sono trascorsi poco più di sette giorni e già il Progetto #TerraForte si è imposto all’attenzione di moltissimi uomini e donne. Oltre 50 “pionieri” hanno aderito, sostenendo il progetto con una donazione. Non importa quanto sia stata cospicua la somma versata, noi guardiamo sempre al cuore, all’anima delle persone, mai al portafoglio. Questi “pionieri” hanno visto la nostra stessa immagine, hanno saputo immaginare la “città ideale” così come la stiamo progettando. Tra i nomi ci sono quelli dei vecchi amici di sempre su cui possiamo sempre contare nel momento del bisogno ma non solo. C’è poi lo “spirito europeo” chiamato a raccolta, quell’identità che più si ostinano a volerla cancellare, più resiste impavida e imperitura. Sono uomini e donne della nostra stirpe che hanno aderito: persone con le quali basta uno sguardo per capire che si è dalla stessa parte della barricata, ora e per sempre. Infine, ci sono i “visionari”: quelli che non hanno smesso di sognare, a cui basta un po’ di calore per far divampare subito il fuoco.
In tanti si sono manifestati e messi a disposizione fin da subito, chi per le professionalità, chi per il sostegno finanziario, chi per entrambi.
In #TerraForte c’è tutto: terra, seme, sangue, forza, gioventù, cultura, comunità, solidarietà, identità.

#ProgettoTerraForte è anche cultura. Verrà creata, infatti, la #biblioteca della nostra civiltà, dove trovare, leggere, studiare e commentare i testi della nostra tradizione e provenienti da tutto il mondo.
In essi, potremo ritrovare immagini ed esempi cui ispirare ogni nostra azione.

#ArcheOrto riparte dal principio, dalla terra. Cosa significa in concreto? Smuovere la zolla, lavorarla e piantare semi e alberi per poter raccogliere i frutti della terra e creare un circuito di produzione biologia e a km 0, finalizzato a sostenere tutta la nostra Comunità.
Per farlo, servono attrezzi e macchinari.

#TerraForte non vuole essere esclusivo ma inclusivo, la casa di tutti coloro che vogliono contribuire a salvaguardare le nostre radici. Per questo, all’interno della #CasadEuropa, verrà predisposto il #Rostro: uno spazio dove riposare e pernottare riservato a tutti coloro che vorranno venire a trovarci a TerraForte.

Una Cittadella non può esistere senza bosco. Senza di esso, non c’è materiale per costruire, non c’è legna ad alimentare il fuoco che ne è centro. Ecco perché seminare significa anche e soprattutto tramandare. A chi? Ai più piccoli, ai nostri germogli che, prima o poi, si faranno bosco e foresta. TerraForte è anche questo: laboratori didattici pensati per poter avvicinare i bambini ai nostri valori di comunità, coraggio, amicizia, spirito di sacrificio. In modo ludico, con la leggerezza della primavera, ma sempre puntati a far crescere, a far conoscere, rientrando in contatto con la natura, con la terra, col mondo cui apparteniamo.

Dalle musiche di Wagner fino ai flauti che allietavano i pastori dell’agro romano. La musica da sempre accompagna le nostre stirpi e diventa una delle più belle e magnifiche espressioni del loro genio. Eleva e solleva, fa innamorare, “seguendo i ritmi del cuore” e vibra “in un oceano di silenzio.” #TerraForte non poteva dimenticarsene e per questo verrà attrezzato un #CircolodellaMusica dove suonare, cantare, comporre. Insieme al #CircolodelleArti andrà a creare una sinfonia di bellezza per chi vorrà vivere e sostenere TerraForte.

Il vino è vita, è linfa che racchiude in sé tutto il sapore e la forza della terra. È trasformazione e mutamento. A #TerraForte verranno piantati i vitigni per produrre un vino che esprima, con odori e sapori, tutta la forza del progetto, di chi vi prende parte e di chi lo sostiene. Un vino di potere per la comunità che possa unire in un momento di giovialità tutti coloro che decidono di intraprendere la battaglia che portiamo avanti.

Sin dall’antichità si percepiva l’importanza di rendere la custodia del proprio spirito e della propria anima, il corpo, efficiente e pronto ad ogni situazione.
In un mondo in continuo decadimento, nel quale vengono osannati modelli beceri, goffi, privi di ogni canone di bellezza (intesa in senso “alto” e classico del termine), #TerraForte crea un avamposto sportivo, sotto la tutela di tecnici qualificati e professionisti del settore. Un luogo dove, oltre ad allenarsi, si potrà avviare un confronto costruttivo con specialisti, atleti ed amatori di tutta Europa.

Cosa vuol dire #semenzaio? Riscoprire la propria terra, significa anche riscoprire le piante e i frutti che vi crescono. Oggi viviamo in un mondo globalizzato dove troppo spesso si perdono le radici e troppo spesso ci si dimentica anche di ciò che in origine cresceva nei nostri campi. Riscoprire e conservare le sementi autoctone, piantarle e crescere vuol dire preservare la varietà biologica e riallacciare con la propria terra un rapporto originario che non potrà essere spezzato.


Possiamo rendere possibile tutto questo contribuendo con una donazione a https://www.gofundme.com/progetto-terraforte o tramite bonifico all’IBAN IT06 H076 0103 2000 0101 1504 097 intestato ad Associazione Culturale Fons Perennis, causale: donazione progetto TerraForte.