8 Dicembre 2021

AndreaBonazza.info

Social-Blog ufficiale di Andrea Bonazza

Cittadini finalmente a favore di un’Italia potenza nucleare

Questo sabato mattina ho presenziato al banchetto informativo su “Italia potenza nucleare” organizzato da CasaPound in Corso Italia a Bolzano, a ridosso del principale mercato cittadino che richiama ogni settimana migliaia di visitatori. Se da una parte la tematica può risultare “terrorizzante” per le generazioni che hanno attraversato gli anni di Chernobyl e quelli del referendum, vinto dalla sinistra, sulla chiusura delle centrali nucleari italiane, d’altra parte ho notato grande interesse dalle fasce più giovani. Distribuendo volantini e brochure, fatta eccezione prr qualche hippyes sinistroide che, nel vero senso della parola, scappava dalla mia linea di tiro, sono stati infatti diversi i ragazzi di età compresa tra i 20 e i 40 anni che coglievano con attenzione il cartaceo; spesso fermandosi a discutere sulla sterilità energetica e antieconomica di ostinarsi a comprare energia da altri psesi con centrali nucleari poste comunque a ridosso dei nostri confini. Indubbiamente i giovani sono assai più liberi dalla omologazione mentale che ha coinvolto le generazioni cresciute nel periodo tra gli anni Ottanta e Novanta. Sono più aggiornate magari sugli sviluppi in ambito scientifico e ingegneristico che portano oggi il nucleare ad essere una delle fonti di energia più pulita e sicura. Ma anche qualche signora, inizialmente incuriosita dalla tematica sottoposta, ha approvato con convinzione la nostra proposta soprattutto per il grande risparmio economico che porterebbe nelle tasche dei contribuenti. Una donna anziana infatti, estraendo dalla borsa la bolletta della luce fac-simile che distribuemmo appena una settimana fa, si è complimentata con la nostra campagna dicendomi che porta sempre con sé il nostro “cedolino fake” per far comprendere alle amiche l’enorme peso economico di non ricorrere per ottusità a nuove fonti di energia tra le quali, appunto, il nucleare. Pieno di orgoglio per le parole e il sorriso sincero di questa mia concittadina, mi sono fatto scippare dalla stessa decine di volantini e brochure che si è offerta di distribuire tra le sue conoscenti. Mi auguro che sempre più persone si fermino a ragionare sull’importanza di questa alternativa energetica e, perché no, come questa graziosa signora si uniscano alla nostra lotta per Tornare Potenza.

Andrea Bonazza

Nucleare, CasaPound lancia la campagna informativa: “cento gazebo in tutta Italia per far capire ai cittadini che si può tornare potenza, anche energetica”

Roma, 25 ottobre – sono cento i gazebo di CasaPound organizzati nel weekend nelle principali città italiane, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia, allo scopo di lanciare la nuova campagna politica puntata sull’energia nucleare.

“Abbiamo scelto lo slogan ‘Italia potenza nucleare’ perché tornare ad uno Stato sovrano è realmente possibile solo e soltanto puntando anche sull’indipendenza energetica – spiegano in una nota i responsabili del movimento – Bisogna far comprendere ai cittadini che ora il nucleare è un’alternativa conveniente e sicura rispetto alle altre fonti energetiche: dobbiamo superare il risultato dei 2 referendum, organizzati sfruttando la scia emotiva di Chernobyl e Fukushima. Il risultato di questa miopia lo vediamo ora, con aumenti in bolletta insostenibili per le famiglie. Pensare a una ripresa del piano energetico nucleare è necessario soprattutto per il futuro e informare correttamente i cittadini è il primo passo da compiere.”

www.casapounditalia.org