Andrea Bonazza CPI
247 subscribers
270 photos
37 videos
578 links
Canale Telegram ufficiale del consigliere comunale Andrea Bonazza
Download Telegram
to view and join the conversation
Forwarded from Fons Perennis
#TerraForte

Archè come principio da cui tutto inizia e riparte. Noi lo vogliamo fare riscoprendo la potenza della Terra e costituendo un progetto di agricoltura sociale finalizzato alla coltivazione di vitigni e sementi autoctone del nostro paese. ArcheOrto significa coltivare, tornando a seguire i ritmi naturali delle stagioni. Significa ritornare alle radici, materiali e simboliche. Significa garantirsi un’indipendenza alimentare per sostenere anche chi è più in difficoltà.
I nostri padri erano contadini e pastori: riscopriamo i loro valori.
Ricominciamo a seminare.

Possiamo rendere possibile tutto questo contribuendo con una donazione a https://www.gofundme.com/progetto-terraforte
o tramite bonifico all’IBAN IT06 H076 0103 2000 0101 1504 097 intestato ad Associazione Culturale Fons Perennis, causale: donazione progetto TerraForte.
Forwarded from Blocco Studentesco
● 28 APRILE ●

Eppure dite questo al possum:
uno schianto, non una lagna,
con uno schianto,
non con una lagna,
per costruire la città di Dioce
che ha terrazze color delle stelle.

In memoriam 🌹
www.bloccostudentesco.org
#2201LIBERTÀ, con questo slogan, a partire dalle 22 di ieri, si sono svolte manifestazioni in tutta Italia per protestare contro la decisione del Governo di mantenere il coprifuoco alle 22. Alle manifestazioni e alle iniziative spontanee organizzate dai cittadini, ha deciso di partecipare anche CasaPound Italia.
Media is too big
VIEW IN TELEGRAM
#2201libertà è uno degli hashtag in tendenza oggi su Twitter. Si rferisce alle manifestazioni spontanee chesi sono svolte ieri in Italia dopo le 22 per chiedere l'abolizione del coprifuoco. Ad esse ha adeirto anche CasaPound Italia.

Questo è un video realizzato a Trieste.
Il Comune di Bolzano continua a buttare nel cesso soldi pubblici facendosi beffa della crisi che strangola noi cittadini.

L'amico Maurizio Puglisi Ghizzi su La Voce di Bolzano
Il ricordo di Sergio Ramelli, Carlo Borsani ed Enrico Pedenovi dev'essere eredità di un testimone da cui non possiamo sottrarci.
Non basta urlare "Presente".
Dobbiamo continuare a lottare.
Anche per loro 🌹

https://www.andreabonazza.info/2021/04/29/nel-nome-di-sergio-enrico-e-carlo-per-non-mollare-mai/
Forwarded from Fons Perennis
Forwarded from Fons Perennis
#TerraForte alla conquista dei cuori.
Sono trascorsi poco più di sette giorni e già il Progetto #TerraForte si è imposto all’attenzione di moltissimi uomini e donne. Oltre 50 “pionieri” hanno aderito, sostenendo il progetto con una donazione. Non importa quanto sia stata cospicua la somma versata, noi guardiamo sempre al cuore, all’anima delle persone, mai al portafoglio. Questi “pionieri” hanno visto la nostra stessa immagine, hanno saputo immaginare la “città ideale” così come la stiamo progettando. Tra i nomi ci sono quelli dei vecchi amici di sempre su cui possiamo sempre contare nel momento del bisogno ma non solo. C’è poi lo “spirito europeo” chiamato a raccolta, quell’identità che più si ostinano a volerla cancellare, più resiste impavida e imperitura. Sono uomini e donne della nostra stirpe che hanno aderito: persone con le quali basta uno sguardo per capire che si è dalla stessa parte della barricata, ora e per sempre. Infine, ci sono i “visionari”: quelli che non hanno smesso di sognare, a cui basta un po’ di calore per far divampare subito il fuoco.
In tanti si sono manifestati e messi a disposizione fin da subito, chi per le professionalità, chi per il sostegno finanziario, chi per entrambi.
In #TerraForte c’è tutto: terra, seme, sangue, forza, gioventù, cultura, comunità, solidarietà, identità.
Sostieni il Progetto #TerraForte ora!
Media is too big
VIEW IN TELEGRAM
CasaPound annuncia una manifestazione nazionale a Roma per sabato 29 maggio: "L'Italia chiama"
In un momento in cui le famiglie sul lastrico e le aziende in crisi sono meno importanti di smalti e soubrette, noi scendiamo in piazza.

In un momento in cui ci chiedono di fare ulteriori sacrifici, di rinunciare ai nostri diritti perché siamo dei “privilegiati”, noi scendiamo in piazza.

Lo facciamo rivendicando non solo la libertà e i diritti degli italiani ma anche i doveri di chi non può e non vuole rimanere a guardare mentre si prova a cancellare l’identità e la storia di un’intera Nazione.

Lo facciamo portando alto il Tricolore, che affonda le sue origini in un’epopea fatta di sangue e di suolo, per ribadire ancora una volta che c’è un’Italia che non si arrende al fatalismo, che non si piega e non capitola di fronte a Bruxelles e ai camerieri di palazzo.

E tu, di quale Italia vuoi fare parte?
L’Italia ti chiama. Rispondi.